FINALE COPPA AMERICA 2017 | ARGENTINA – BRASILE

20 aprile 2017

Una carriera lunga un sogno, intervista a Douglas Corsini

Oltre dieci anni di carriera in Italia, tre finali scudetto, uno di quei giocatori che sono la fotografia quasi perfetta della definizione di professionalità, dedizione e spirito di sacrificio. Douglas Corsini, attuale centrale del Real Rieti, di futsal che conta in questi anni ne ha vissuto tanto, ma come per tanti brasiliani tutto parte a migliaia di chilometri di distanza e con tanti sogni nella testa : “Sono andato via di casa per inseguire questo sogno quando avevo quattordici anni, la mia era una famiglia umile in un paese di poco più di settemila abitanti. La mia esperienza sportiva l’ho vissuta ad oltre mille chilometri da casa , comunicare non era facile come ora e ogni due settimane riuscivo a parlare con la mia famiglia chiamando al telefono la ditta in cui lavorava mio padre. A quattordici anni è stato durissimo stare lontano da tutti, davvero molto”. La storia di Douglas Corsini,nativo di Mandaguari e classe 1982 , è uguale a quella di tanti : la speranza di avere un futuro nello sport anche in un altro paese. Arrivato in Italia Corsini, veste diverse maglie, tra le quali quelle di Grosseto, Aosta, Prato, Nepi, Torrino, Asti, Lazio e Real Rieti, solo per citarne alcune : “Ho iniziato a giocare che ero molto piccolo, anche perché sono cresciuto in una famiglia con il pallone tra i piedi. Inizialmente ho praticato sia calcio che futsal, poi ho capito che proprio nel futsal potevo trovare porte aperte e oggi, a distanza di anni, sono orgoglioso della scelta che ho fatto”. Nella vita di ogni sportivo ci sono alti e bassi, momenti indimenticabili capaci di lasciare gioie enormi e grandi cicatrici : “Il momento più bello della mia carriera è stato il Grand Prix giocato con la maglia della nazionale italiana in Brasile, credo fosse il 2006-2007, li in tribuna c’era tutta la mia famiglia, una emozione incredibile. Per quanto riguarda i momenti brutti non ne saprei trovare uno, quello che pesa sono le tre finali scudetto perse con Nepi, Lazio Nepi e Real Rieti”. Prima di salutare Corsini non poteva mancare un pensiero a suo fratello, Bruno Enrique, che dopo tanti anni in Brasile si è trasferito a Palermo, nella serie A di calcio, e che non sta attraversando un periodo positivo : “Posso dire che lui è un ragazzo intelligente, sa benissimo come affrontare queste situazioni. Sono sicuro del fatto che saprà rialzarsi e che darà tutto per ottenere la salvezza con il Palermo”. E il futuro? Semplice, futsal e famiglia : “Voglio ancora continuare per anni e vincere lo Scudetto, questo è il mio sogno, per il resto mi sono costruito la mia famiglia, che ora è tutta la mia vita. Per questo sono un uomo fortunato”.

 

(Photo : Massimo Rinaldi)

Interviste Serie A, Serie A

Serie A 2016/2017
PosClubPPt
12148
22145
32140
42138
52133
62129
72129
82127
92122
102119
112115
122112
22^ giornata