Coppa Italia

QUARTI DI FINALE
Palasport “Giulio Chierici” / Via della Repubblica 6, Tolentino (MC)

23.03.2017
A) Ore 11,00: Pescara 3-2 (d.c.r.) MA Group Imola
B) Ore 15,30 Acqua&Sapone 3-6 Kaos Ferrara
C) Ore 18,00: Lollo Caffè Napoli 3-6 Cioli Cogianco
D) Ore 20,30: Luparense 4-3 Axed Group Latina

SEMIFINALI
Palasport “Giovanni Paolo II” / Via San Marco, Pescara

25.03.2017
E) Ore 16,00: Luparense 7-2 Cioli Cogianco [Diretta Fox Sports]
F) Ore 18,30: Pescara 2-1 Kaos Ferrara [Diretta Fox Sports]

FINALE
Palasport “Giovanni Paolo II” / Via San Marco, Pescara

26.03.2017
Ore 17,00: Pescara – Luparense [Diretta Fox Sports]

27 Marzo 2017

Final Eight: per il Pescara vittoria trionfale

Un vero e proprio trionfo, questa è stata la Final Eight 2017 per il Pescara. La squadra abruzzese, infatti, ha piazzato la doppietta portando a casa la Coppa sia con la formazione under21 sia con la prima squadra, capace di cucirsi la coccarda tricolore sul petto per il secondo anno consecutivo. La Coppa Italia di ieri è il quinto titolo italiano nell’arco di due stagioni e mezza, a cui si aggiunge una qualificazione alla Final Four di UEFA Futsal Cup, per una squadra ed una società che ancora una volta ha messo in mostra la propria forza e la sua continua crescita. Da applausi anche la Luparense che, nonostante le assenze di Tobe e Miarelli, ha disputato una gran finale, sfiorando la vittoria a pochi secondi dalla sirena dei 40’ e arrendendosi poi agli abruzzesi soltanto ai tiri di rigore.

UN PERFETTO MIX TRA CAMPIONI DI OGGI E DI DOMANI… – La capacità di utilizzare al meglio ogni elemento a disposizione è stata sicuramente la chiave che ha portato alla vittoria i delfini, capaci di creare un mix perfetto tra i giocatori più esperti e quelli più giovani. I primi, infatti, hanno per l’ennesima volta dimostrato il proprio valore e giocatori quali Cuzzolino (colui che ha trasformato il rigore decisivo), Canal (per la quinta volta vincitore in Coppa Italia e autore di un gol capolavoro in finale) e Capuozzo (miracoloso in almeno due occasioni) hanno vestito i panni di leader, permettendo anche ai giovani di tirare fuori il proprio meglio. E proprio gli under, oltre a trionfare nella Coppa di categoria, si sono rivelati decisivi. E così, se Pietrangelo ancora una volta ha regalato con due grandi interventi nei tiri di rigore le vittorie ai quarti di finale e in finale e Azzoni si è fatto trovare pronto ed è entrato nel quintetto inziale nel match di ieri, Mati Rosa è stato l’uomo simbolo della settimana giocando sei partite e realizzando la bellezza di otto reti, timbrando il cartellino in entrambe le semifinali e le finali giocate.

…E UN CONDOTTIERO SEMPRE PIU VINCENTE – A rendere perfetto tutto ciò, ancora una volta, è stata la mano di Fulvio Colini, capace nuovamente di tirare fuori il meglio dai propri giocatori. Non era certo facile, infatti, affrontare una competizione come la Final Eight non potendo contare né su Duarte né su Chimanguinho, soprattutto se a questi, dopo l’espulsione in semifinale, si era aggiunto tra i giocatori non arruolabili per la finale anche Borruto. Nel corso della gara, inoltre, altri due infortuni hanno ridotto drasticamente le rotazioni a disposizione del tecnico romano che, però, grazie a mosse tattiche perfette, quali ad esempio il portiere di movimento orientato più a tenere la palla che a provare ad offendere, così da non spendere le poche e preziose energie rimaste ai suoi, è riuscito a trascinare la partita fino ai tiri di rigore. Il resto, poi, è storia, quella che per Colini racconta di cinque Coppa Italia in bacheca, sedici titoli a livello personale e cinque trofei conquistati con il Pescara. Serve aggiungere altro?

Photo: Cassella/Divisione Calcio a cinque

News Coppa Italia
26 Marzo 2017

Final Eight: alle 17 su Fox Sports la finale Pescara-Luparense

La prima contro la seconda della classe nella classifica di Serie A, la squadra che ha vinto di più negli ultimi anni contro quella più vincente della storia del futsal italiano, i campioni in carica contro quelli che, con la Final Eight, hanno portato il maggior numero di Coppe in bacheca. Tutto questo, e tanto altro, è Pescara-Luparense, la finalissima della Final Eight 2017, match che andrà in scena alle ore 17.00 e che sarà trasmesso su Fox Sports, canale 204 del bouquet di Sky.

PESCARA A CACCIA DELLE DOPPIETTE – Terza finale consecutiva di Coppa Italia per gli abruzzesi che, dopo la sconfitta di due anni fa con l’Asti e la vittoria nella scorsa stagione sempre contro gli orange, vanno a caccia del secondo trionfo consecutivo, impresa mai riuscita a nessuna squadra da quando il trofeo si assegna con il meccanismo della Final Eight. I delfini, che hanno già portato a casa il titolo a livello under21, cercano quindi una storica doppietta e arrivano alla finale dopo aver eliminato ai quarti di finale l’Imola dopo i calci di rigore, ed in semifinale il Kaos, superato per 2-1 grazie alla doppietta di uno scatenato Mati Rosa, trascinatore sia della prima squadra sia dell’under21.

LUPARENSE PER TORNARE A VINCERE – Un digiuno di vittorie che dura da quasi tre anni non può che dare una grande fame, una fame da lupi. La Luparense torna a disputare una finale, la settima della propria storia in Coppa Italia, e va a caccia di quella che sarebbe la quarta Coppa Italia della propria storia. I veneti non alzano un trofeo al cielo da giugno del 2014, quando conquistarono lo Scudetto, e non vincono la Coppa Italia dall’anno precedente quando, in finale, ebbero la meglio sulla Cogianco. Proprio la Cogianco, travolta ieri per 7-2, è stata l’avversaria dei lupi in semifinale, mentre nei quarti i veneti si erano imposti per 4-3 sul Latina.

I PRECEDENTI – Due sono gli incroci stagionali tra le due squadre, entrambi disputati in campionato ed entrambi decisi in avvio di ripresa. Nella sfida d’andata, giocata a Pescara, si imposero i padroni di casa per 6 a 3, mentre nel match di ritorno, disputato poche settimane fa, a vincere per 8 a 3 fu la Luparense. Tre, invece, sono i precedenti in Coppa: nel 2008 in semifinale la Luparense si impose per 6-1, nel 2013 ai quarti di finale vittoria dei veneti per 4-2 e nel 2015 in semifinale vittoria del Pescara ai rigori dopo il 2-2 al 40’. Per la prima volta le due squadre, che l’anno scorso si affrontarono nei quarti di finale dei playoff scudetto, si trovano invece di fronte in una finale di una competizione.

GLI EX – Sarà un incontro da ex per tanti giocatori, oltre che per mister Colini, oggi al Pescara e tra il 2012 ed il 2014 allenatore dei lupi. Insieme a lui si trasferirono dal Veneto all’Abruzzo anche Caputo e Canal, quest’ultimo protagonista per quattro anni nelle fila della Luparense. Due ex anche dall’altra parte: Lara, passato la scorsa estate dai delfini ai lupi, e Foglia, biancoazzurro nella stagione 2013-2014.

ARBITRI – A dirigere l’incontro saranno Angelo Galante di Ancona, Alessandro Malfer di Rovereto (entrambi fischietti designati anche nella finale della scorsa stagione) e Daniele Di Resta di Roma2. Cronometrista sarà Lorenzo Cursi di Jesi.

News Coppa Italia
24 Marzo 2017

Final Eight: domani le semifinali Cogianco-Luparense e Pescara-Kaos

Sono appena andati in archivio i seguitissimi ed emozionanti quarti di finale ma, in vista delle gare di domani, è già tempo di concentrarsi sulle semifinali della Final Eight 2017. Dopo le dirette Facebook dei primi quattro match, andati in scena a Tolentino, le semifinali si disputeranno a Pescara, al Pala Giovanni Paolo II, e saranno trasmesse in diretta tv su Fox Sports, canale 204 del bouquet di Sky.

COGIANCO – LUPARENSE (sabato, ore 16.00): Una squadra che in Final Eight pare riuscire a tirare fuori sempre il suo meglio, di fronte ad una che, storicamente, quasi mai sbaglia nei grandi appuntamenti. Questi gli ingredienti della prima semifinale, in programma nel pomeriggio di domani, che fa incrociare i destini di Cogianco e Luparense. La squadra di Genzano, ieri, ha eliminato il Napoli con un netto 6-3 e, come un anno fa, è approdata in semifinale dove, dall’altra parte del campo, troverà la Luparense, la squadra che nel 2013 la superò in finale. Quella fu la prima ed unica finale della Cogianco, nonché la sesta ed ultima disputata dai lupi, che ieri sera hanno sconfitto per 4-3 il Latina, dominando nel primo tempo e rischiando di subire la rimonta nella seconda frazione. Per entrambe, quindi, alta sarà la voglia di approdare all’ultimo atto del torneo e i precedenti stagionali fanno pensare ad una grande partita. In campionato, infatti, nel match d’andata si impose la Luparense per 6-3, mentre in quello di ritorno (disputato una settimana fa) vinse 5-3 la Cogianco.

PESCARA – KAOS (sabato, ore 18.30): In virtù della presenza di una squadra abruzzese quella che doveva essere la prima semifinale diventa la seconda e così Pescara e Kaos scenderanno in campo nel tardo pomeriggio di sabato per provare a staccare il pass per la finale. Entrambe già semifinaliste un anno fa, per i delfini la vittoria significherebbe terza finale consecutiva, mentre per il Kaos si tratterebbe di una prima volta. Il match sarà il remake dei quarti di finale del 2015, quando superò il turno il Pescara e la sfida fu poi, qualche mese dopo, anche la finale scudetto. La squadra di Colini, ieri, ha sofferto più del previsto ed è riuscita ad avere ragione dell’Imola solamente dopo i calci di rigore, dopo l’1-1 dei tempi regolamentari. Quella di Andrejic, invece, è riuscita ad avere la meglio dell’Acqua&Sapone, imponendosi per 6-3 e dimostrandosi avversaria particolarmente ostica per chiunque se in forma come in questo periodo. L’esito del match appare dunque del tutto incerto, come dimostrano i due precedenti stagionali in campionato, con entrambe le sfide terminate in parità (3-3 all’andata e 4-4 al ritorno).

News Coppa Italia
22 Marzo 2017

Domani via alla Final Eight: la presentazione dei quarti

Per molti è la competizione più affascinante del futsal nostrano, per tutte e otto le partecipanti è sicuramente un prestigioso trofeo da provare a portare in bacheca. Parliamo, naturalmente, della Coppa Italia, pronta ad essere assegnata anche quest’anno con il meccanismo della Final Eight. La competizione prenderà il via domani, con la giornata dedicata ai quarti di finale che si disputeranno nelle Marche, a Tolentino, e che saranno trasmessi in diretta sulla pagina Facebook della Divisione Calcio a cinque.

PESCARA – IMOLA (ore 11.00): Il calendario le ha già messe di fronte, in campionato, nello scorso weekend e domani, dopo la doppia vittoria dei delfini nei due match di Serie A, Pescara ed Imola si ritroveranno una contro l’altra. I biancoazzurri, primi della classe in campionato e già vincitori della Supercoppa in stagione, provano a dare la caccia al trofeo messo in bacheca dodici mesi fa, mentre l’Imola, autentica sorpresa stagionale, si appresta a disputare il primo match della propria storia in Final Eight.

ACQUA&SAPONE – KAOS (ore 15.30): Sulla carta il quarto di finale più equilibrato ed incerto, quello che mette di fronte due serie candidate alla vittoria finale. Gli abruzzesi partono favoriti visto l’impressionante ruolino di marcia con Ricci in panchina (11 vittorie e 3 pareggi in campionato più il trionfo in Winter Cup), ma anche il Kaos, dopo il cambio in panchina, ha mostrato segnali di ripresa, risalendo la classifica e presentandosi in buona condizione alla Final Eight. Due i precedenti in stagione: in campionato, a Ferrara, si impose l’Acqua&Sapone, mentre in Winter Cup il match terminò 1-1, regalando il passaggio del turno ai nerazzurri.

NAPOLI – COGIANCO (ore 18.00): Un solo incrocio in stagione, con la vittoria dei campani per 8-4, per Napoli e Cogianco che domani si incroceranno nel terzo quarto di finale. Gli azzurri, dopo un lungo periodo senza vittorie, hanno ritrovato il sorriso negli ultimi due turni di campionato e, in virtù di quanto fatto vedere a inizio stagione, possono impensierire qualunque avversario. Stesso discorso vale anche per la Cogianco che, dopo cinque match senza vincere, nell’ultimo incontro di campionato ha battuto la Luparense, dimostrando di poter dire la propria anche con avversarie di livello.

LUPARENSE – LATINA (ore 20.30): La sfida serale mette di fronte la Luparense, club capace di vincere la Coppa Italia già tre volte, e il Latina, che un anno fa, alla sua prima partecipazione, si arrese ai quarti. I lupi partono con i favori del pronostico ma, con il KO di venerdì scorso contro la Cogianco, hanno interrotto la lunghissima striscia di match senza sconfitte. I nerazzurri, nonostante le tre sconfitte negli ultimi quattro match, nel weekend hanno brindato alla qualificazione ai playoff e, spinti dall’entusiasmo, potrebbero anche diventare la mina vagante del torneo. Già tre i precedenti in stagione: in campionato una vittoria a testa; nel girone di Winter Cup vittoria della Luparense.

News Coppa Italia
21 Marzo 2017

-48 ore al via: statistiche e curiosità sulla Final Eight di Coppa Italia

Meno di 48 ore e poi, finalmente, sarà tempo di Final Eight. Prima di scendere in campo, però, è bene andare a scoprire i dettagli e le curiosità legate al torneo che mette in palio la coccarda tricolore. Giovedì, a Tolentino, si disputeranno i quarti di finale, mentre a Pescara, e in diretta tv su Fox Sports, sabato sarà tempo di semifinali e domenica di finale.

FORMULA E ALBO D’ORO – La formula delle Final Eight, che permette solo alle prime otto classificate al termine del girone d’andata di partecipare all’evento, è entrata in vigore nella stagione 2003/2004. Da allora le edizioni disputatasi seguendo questa struttura sono state tredici, i vincitori dieci. Tre volte la coppa è stata alzata al cielo dalla Luparense, due dall’Asti e una volta da Pescara, Montesilvano, Acqua&Sapone, Lazio, Marca, Arzignano, Nepi e Prato.

LE PARTECIPANTI – Delle otto partecipanti, quindi, solamente tre (Pescara, Luparense ed Acqua&Sapone) hanno già conquistato il torneo almeno una volta. Nel dettaglio questi sono i numeri e i precedenti delle otto squadre:

– Acqua&Sapone: eliminata ai quarti di finale per quattro volte (2012, 2013, 2015 e 2016) ma vincitrice dell’edizione 2014, quando in finale ebbe ragione della Lazio. Lo scorso anno perse, ai calci di rigore, nei quarti contro la Cogianco.

– Cogianco: terza partecipazione per i genzanesi. Nella prima, datata 2013, la squadra dei castelli romani perse in finale contro la Luparense, mentre lo scorso anno si fermò in semifinale contro il Pescara.

– Imola: prima partecipazione alla Final Eight della massima serie. Lo scorso anno fu finalista nella competizione dedicata alle squadre del campionato di A2.

– Kaos Futsal: quarta partecipazione per la squadra di Ferrara che, dopo essere stata eliminata per due volte ai quarti, nella scorsa stagione si arrese in semifinale all’Asti ai calci di rigore.

– Latina: seconda volta in Final Eight per i nerazzurri che l’anno scorso si arresero nei quarti di finale al Pescara.

– Luparense: per tre volte vincitrice (2006, 2008 e 2013) e altrettante volte sconfitta in finale. Per i veneti sarà la tredicesima partecipazione dopo l’assenza dello scorso anno (prima ed unica da quando i lupi giocano in Serie A).

– Napoli: torna tra le magnifiche otto per la quarta volta e dopo due stagioni d’assenza. Nelle stagioni 2006-2007 e 2008-2009 non andò oltre i quarti, mentre nel 2014 si fermò in semifinale contro l’Acqua&Sapone, che poi vinse il titolo.

– Pescara: campione in carica dopo la vittoria del 2016 ai danni dell’Asti e finalista due anni fa. Nelle edizioni precedenti i delfini erano arrivati in semifinale nel 2008 e nel 2011, mentre erano stati eliminati ai quarti nel 2013.

CURIOSITA’:

– Nelle tredici edizioni sin qui disputate solo una volta la squadra laureatesi campione è poi riuscita a fare il double conquistando lo Scudetto, e a compiere l’impresa fu la Luparense nel 2008.

– Nessuna squadra, in questi tredici anni, è mai riuscita ad imporsi per due volte consecutive.

– Per tre volte la squadra sconfitta nella finale dell’anno precedente è poi riuscita a trionfare in quello successivo. Per due volte a riuscirci fu la Luparense; lo scorso anno toccò al Pescara vendicare la sconfitta di dodici mesi prima.

– I lupi detengono il record di finali consecutive, quattro.

– Dopo dodici diverse finali in dodici edizioni, lo scorso anno per la prima volta ci fu un “replay”: Asti e Pescara, infatti, si ritrovarono di fronte per il secondo anno consecutivo.

– Nelle tredici passate finali per trovare un vincitore sette volte sono stati sufficienti i tempi regolamentari, tre volte sono stati necessari i tempi supplementari e tre i calci di rigore. Inoltre, nessuna finale si è mai conclusa con più di due gol di scarto tra le due finaliste.

Questo è quanto avvenuto negli ultimi tredici anni in Coppa Italia ma, a partire dalla mattinata di giovedì, le otto partecipanti potranno aggiornare le statistiche, scrivere nuove pagine di storia e, soprattutto, dare la caccia al terzo trofeo stagionale.

News Coppa Italia
8 Marzo 2017

Final Eight: sorteggiato il tabellone dei quarti di finale

Si è svolto oggi a Milano, nel primo pomeriggio, il sorteggio del tabellone della Final Eight di Coppa Italia, che si svolgerà dal 23 al 26 di marzo.

GLI ACCOPPIAMENTI – A dare il via al torneo, giovedì 23 alle ore 11.00, sarà la sfida tra i campioni in carica del Pescara e la matricola Imola, alla sua prima partecipazione all’evento. Gli altri tre incontri andranno, invece, in scena tra il pomeriggio e la sera dello stesso giorno. Alle 15.30 si troveranno di fronte l’Acqua&Sapone ed il Kaos Futsal, alle 18.00 sarà la volta di Napoli-Cogianco ed infine, alle 20.30, chiuderà il programma dei quarti di finale la sfida tra Luparense e Latina. Le quattro squadre che supereranno il turno avranno accesso alle semifinali, in programma sabato 25 marzo: alle ore 16.00 si troveranno di fronte le vincenti di Pescara-Imola e Acqua&Sapone-Kaos, alle 18.30 le vincenti di Napoli-Cogianco e Luparense-Latina. La finale si disputerà poi il giorno successivo, domenica 26 marzo, alle ore 17.00.

LE SEDI DEI MATCH – Se, per il quinto anno consecutivo, le semifinali e la finale andranno in scena in quel di Pescara, presso il Pala Giovanni Paolo II, la grande novità di questa edizione della Final Eight è rappresentata dalla sede scelta per ospitare i quarti di finale. Le quattro sfide, infatti, si disputeranno presso il palasport Giulio Chierici di Tolentino, nelle Marche, regione colpita dal sisma negli scorsi mesi.

LA COPERTURA TV – Come annunciato nelle scorse settimane, a garantire la trasmissione televisiva dei match sarà Fox Sports, canale detentore dei diritti tv per i grandi eventi del nostro futsal, che trasmetterà le due semifinali e la finale del torneo in diretta sul canale 204 del bouquet di Sky. I quarti di finale saranno visibili, invece, in streaming sulla pagina Facebook della Divisione Calcio a 5.

News Coppa Italia
6 Marzo 2016

Il Pescara vince la Coppa Italia ai rigori sull’Asti

Il Pescara vince la prima Coppa Italia della propria storia battendo in finale l’Asti ai calci di rigore, dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi sul punteggio di 1-1.

LA PARTITA – Pronti via e l’Asti trova subito il gol del vantaggio con Bertoni che dopo appena 10” di gara scappa via alla difesa abruzzese e batte Capuozzo in uscita. Dopo un paio di minuti di sbandamento il Delfino inizia a farsi vedere con costanza dalle parti della porta orange e sfiora il pareggio con Rogerio che vede respinta da un compagno la sua conclusione a botta sicura. Il Pescara spinge, e in almeno un paio di occasioni è decisivo Espindola, bravo a sbarrare la strada ai tentativi dei biancoazzurri. L’Asti, invece, gioca di rimessa e raramente crea pericoli dalle parti di Capuozzo. Sul finire di tempo proteste dell’Asti per un duro intervento di Caputo su Chimanguinho, non ravvisato dall’arbitro, e del Pescara per la susseguente brutta entrata di Crema sullo stesso Caputo, punita comunque da un cartellino giallo.
Nella ripresa la musica non cambia e, dopo un paio di grandi interventi di Espindola, il Pescara trova il gol del pareggio grazie a Canal, abile a trasformare in gol una respinta del portiere orange successiva a una grande azione personale di Lara. Un minuto dopo il gol l’arbitro punisce con il cartellino rosso le proteste di Chimanguinho, lasciando così l’Asti in quattro uomini. Nonostante la superiorità numerica, però, il Pescara non trova il pertugio giusto per portarsi in vantaggio, grazie anche ad una particolare tattica difensiva adottata dagli uomini di Cafu. Ristabilita la parità numerica l’Asti soffre l’assenza del suo pivot ed il Pescara, invece, non riesce a finalizzare.
Si va così ai supplementari: nel primo dei due tempi, dopo un botta e risposta con un’occasione per Bertoni ed una per Canal, la più ghiotta palla gol capita sui piedi di De Luca che trova la pronta respinta di Capuozzo. Nei secondi cinque minuti prima l’Asti raggiunge il bonus dei cinque falli, poi viene salvata ancora da due grandi parate di Espindola su Rogerio e Grello.

I RIGORI – Si va così ai calci di rigore, quinta volta nelle sette partite di queste Final Eight, con il Pescara che decide di schierare in porta Pietrangelo. E il portiere diventa l’eroe della serata: prima para il rigore di Crema, poi, dopo la parata di Espindola su Canal e dopo le trasformazioni di De Oliveira e Cuzzolino, dice di no anche a Bertoni regalando il match point a Rogerio. L’esperto pivot non sbaglia e regala la vittoria al Pescara, al secondo titolo stagionale dopo la vittoria estiva in Supercoppa. I pescaresi sollevano al cielo la prima Coppa Italia della propria storia; l’Asti, su decisione del proprio Presidente, non prende parte alla premiazione per protesta verso una direzione di gara che non è piaciuta agli orange.





Coppa Italia
5 Marzo 2016

Canal stende una Cogianco coriacea: Pescara in finale

Il Pescara raggiunge l’Orange Asti in finale di Coppa Italia, dove avrà l’opportunità di rivincita per la finale persa lo scorso anno proprio contro i piemontesi.
Non facile però è stata la semifinale giocata contro la Carlisport Cogianco che sembra aver ritrovato l’atteggiamento e la forma della grande squadra.
I primi ad andare a segno sono infatti i laziali con Japa, ma la compagine di Colini è brava a ribaltare il risultato e portarsi sul 2-1. A 5 minuti dalla fine della gara però Musti si gioca il portiere di movimento e trova il pareggio con Luizinho, ma poco dopo è Canal a togliere le castagne dal fuoco per i pescaresi e segnare la rete del definitivo 3-2.
A nulla servono i minuti finali giocati in superiorità numerica per la Carlisport Cogianco (espulso Salas) che non riescono a trovare la giocata vincente.

Coppa Italia
5 Marzo 2016

Il Kaos si arrende solo ai rigori: Asti in finale

L’Orange Asti è la prima finalista della Coppa Italia 2016, dopo aver battutto in semifinale un ottimo Kaos Ferrara.
La partita infatti si mostra sin da subito molto equilibrata ed il primo tempo termina sull’1-0 per gli Orange con rete di Crema.
Nella ripresa il Kaos Ferarra prova a forzare la mano ma è ancora l’Asti a rendersi più volte pericoloso trovando un ottimo Putano, finchè un clamoroso errore di Espindola su retropassaggio di Romano regala il pareggio alla società emiliana.
Ai rigori però il portiere degli Orange si riscatta parando il tiro di Kakà che risulta decisivo per la lotteria.

Coppa Italia
4 Marzo 2016

Semifinali di Coppa Italia: Kaos e Cogianco provano l’impresa

La Final Eight, si sa, non permette neanche un attimo di respiro e, allora, è già tempo di mandare in archivio le mille emozioni che hanno regalato i quarti di finali per concentrare tutte le attenzioni sulle due semifinali in programma sabato. Ad aprire il programma sarà la sfida tra Asti e Kaos, in serata, invece, toccherà ai padroni di casa del Pescara vedersela contro la Cogianco. Due sfide che, proprio come quelle viste giovedì, si preannunciano emozionanti e dal pronostico di certo non scontato.

ORANGE ASTI – KAOS FERRARA (ore 18.45, diretta RaiSport2): Dieci mesi fa fu uno dei quarti di finale dei playoff e ad imporsi furono i neri, tre mesi fa l’ultima partita in cui gli orange non riuscirono ad imporsi prima di iniziare il loro lungo filotto; domani sarà la prima semifinale della Final Eight 2016, con la squadra di Cafù a inseguire la seconda finale consecutiva e quella di Andrejic a caccia della prima della propria storia. Ma Asti-Kaos sarà anche la sfida tra i due grandi ex, Bertoni, che un anno fa guidò gli estensi nel sogno Scudetto, e Putano, che nella scorsa stagione difese la porta orange contribuendo alle vittorie della Winter Cup e proprio della Coppa Italia. Basta così? Assolutamente no perché la partita di domani metterà in scena anche uno scontro in famiglia tra i due fratelli Espindola, con i due che per la prima volta in Italia si troveranno l’uno di fronte all’altro: Carlos, che si gioca il posto da titolare con Casassa, è stato assoluto protagonista durante la sfida ai rigori contro il Rieti, mentre Pedro, laterale e pedina fondamentale del Kaos, ha contribuito con una buona prestazione alla vittoria della sua squadra contro il Montesilvano. L’Asti, probabilmente, parte con i favori del pronostico ma il Kaos, capace nelle sue ultime partite di campionato di superare Montesilvano e Rieti e di pareggiare contro il Pescara, ha dimostrato anche nel match di giovedì sera di essere avversario ostico e mai domo. Nell’Asti, che non potrà contare su Ramon squalificato e dovrà fare attenzione ad eventuali gialli ai diffidati Casassa e Bocao, da verificare le condizioni di Duarte, assente da alcune partite; nel Kaos, che giovedì sera ha rinunciato a Tuli tra i dodici, sono tutti a disposizione ad eccezione dell’infortunato Coco e nessun giocatore è a rischio squalifica in caso di ammonizione.

CARLISPORT COGIANCO – PESCARA (ore 21.00, diretta RaiSport2): Nel giorno in cui fu stilato il tabellone della Final Eight balzò subito agli occhi la possibilità che le semifinali potessero essere le stesse della Winter Cup; se Rieti e Montesilvano, però, non sono riuscite a guadagnarsi il pass per mettere in scena il loro remake, al contrario, ce l’hanno fatta Cogianco e Pescara che, così, si ritroveranno di fronte due mesi e mezzo dopo la sfida del PalaMalfatti quando, un po’ a sorpresa, ad imporsi con un netto 8-5 fu la squadra di Musti. I genzanesi, al tempo, furono capaci, dopo aver chiuso il primo tempo in svantaggio, di rimontare nella ripresa, guidati dalla tripletta di Waltinho. Nelle due sfide di campionato, invece, ha sempre avuto la meglio il Pescara che, dopo essersi imposto per 4-2 nel match del girone d’andata, ha fatto il bis in quello del ritorno vincendo per 3-2 anche in trasferta. I precedenti, dunque, mostrano grande equilibrio tra le due squadre e, così, anche se il delfino, dopo la grande prestazione sfoggiata contro il Latina, viene indicato da molti come grande favorito per la vittoria finale, di certo non avrà vita facile contro una Cogianco che, a un passo dall’eliminazione nella sfida contro l’Acqua&Sapone, ha tirato fuori la grinta che sembrava smarrita da alcune partite a questa parte. Tra i genzanesi, che giovedì non avevano tra i dodici Urio, sono in diffida Paulinho ed Ippoliti; nel Pescara, che ha a rischio squalifica il solo Cuzzolino, bisognerà vedere quali saranno i quattro giocatori a cui rinuncerà Colini, che nel match contro il Latina ha lasciato in tribuna Borruto, Nicolodi, Calderolli e Rogerio. Il Pescara, così come l’Asti, insegue la seconda finale consecutiva; la Cogianco, invece, quella che sarebbe la seconda della propria storia in due partecipazioni alle Final Eight e che farebbe il bis con quella già guadagnata dalla formazione Under21.

Coppa Italia
  • 1
  • 2