News

23 Settembre 2016

Discussioni Mondiali post sconfitta: urge una riflessione profonda

Quello di Colombia 2016 è indubbiamente il Mondiale delle sorprese. Ce ne eravamo accorti poco più di 24 ore fa, quando dopo una lunga resistenza, l’Iran aveva superato ai rigori nientemeno che il Brasile, estromettendo dalla corsa alla coppa una delle formazioni da sempre tra le favorite e ponendo fine in anticipo alla carriera in verde-oro di Falcao, celebrato poi da vero mito vivente qual è.

SORPRESA AMARA – La sorpresa però, questa mattina al risveglio (si è giocato nella notte per il fuso orario italiano) si è rivelata più che mai amara, perché a cadere di fronte ad una “cenerentola” questa volta è stata l’Italia, che abbandona la spedizione agli ottavi di finale.
Un’eliminazione che fa male, più che altro, perché arrivata appunto per mano dell’Egitto, formazione non considerata (a torto a questo punto) tra quelle che avrebbero potuto impensierire gli Azzurri. Ed un’eliminazione che si somma a quella ancora non troppo digerita, ma probabilmente meno grave, subita agli Europei di Serbia in Febbraio ad opera del Kazakistan.

DISCUSSIONI – Ed allora inevitabilmente, subito dopo la sconfitta, ecco partire una più che legittima coda di discussioni. Perché queste sorprese? Come hanno fatto Iran ed Egitto a battere Brasile ed Italia? Qualcosa che, immaginando un parallelo con un ipotetico mondiale di Calcio, avrebbe scosso il pianeta.
Hanno forse Iran ed Egitto una tradizione calcistica (o “futsalistica” nel nostro caso) superiore a Brasile ed Italia? Assolutamente no. Hanno allora forse formazioni arricchite tecnicamente dalla presenza di tanti giocatori oriundi, che alzano l’asticella della competitività (ammettiamolo, quello che succede alla nostra Nazionale, senza voler togliere nulla a nessuno, anzi…)? No, non hanno nemmeno questo. E allora cosa?

L’Iran fa bene e migliora costantemente ormai da anni, l’Egitto finora si era fatto notare meno ma è presente già da un po’ sulle scene. Sul campo, quello che probabilmente è successo come nella maggior parte dei casi è che, volendo guardare solo in casa nostra, l’Italia non si è espressa al meglio del suo potenziale e l’Egitto invece ha fatto la sua buona partita e così succede che Davide batta Golia, cose che purtroppo (o per fortuna, nonostante la nostra delusione del momento), nello sport accadono da sempre.

C’è però un “ma”: in Italia siamo prossimi alle elezioni federali ed allora, come anche in questo caso da sempre accade (stavolta diciamo solo purtroppo), il dibattito sportivo si sposta in un attimo su quello politico. Ecco, quello a noi semplici appassionati non compete più di tanto ma indipendentemente dall’eliminazione di ieri notte, come pure da chi saranno composti i prossimi vertici della Divisione, a molti appassionati che guardano questo sport da dentro appare urgente e non certo da ieri, una profonda riflessione sulla dimensione attuale del Calcio a 5 italiano e sulla direzione da prendere. Perché forse, l’unica cosa che hanno in più Iran ed Egitto rispetto alI’Italia, azzardiamo un’ipotesi, è stata in questo momento la maggiore capacità economica di investire nella crescita della disciplina.

RIFLESSIONI – Quindi, lungi da noi preferire questo o quel candidato, quello che ci auguriamo come detto è che si avvii al più presto una profonda riflessione sullo stato delle cose, perché a modestissimo parere di chi scrive, il problema non è solo tecnico, non è solo organizzativo e non è solo comunicativo, ma di mentalità. Urge un cambio di mentalità generale nel Calcio a 5 italiano ed il resto verrà da se. O in alternativa, si prenda atto che le reali potenzialità del movimento sono inferiori a quanto ci siamo raccontati fino ad ora e si inizi a ragionare di conseguenza, che sarebbe certamente un passo indietro ma eviterebbe di generare false aspettative.
Noi siamo appassionati e sognatori e continuiamo a credere che il nostro sport, il Futsal, possa essere sempre più bello anche e soprattutto in Italia. A chi di dovere chiediamo solo, come bambini innamorati del nostro gioco preferito, di permetterci di continuare a sognare.

 

foto: fifa.com

News Nazionale , , , ,
About Passione Futsal
Passionefutsal.it è il nuovo portale di Calcio a 5 che racconta le principali competizioni di Calcio a 5 italiane ed internazionali: Serie A, Coppa Italia, Nazionale e Uefa Futsal Cup con news, interviste ed highlights.