News

3 Giugno 2017

Andrea Rubei, la gloriosa fine di un mito

Dici Futsal e pensi a lui. Una leggenda, un’icona di questo sport, che ieri ha salutato il Calcio a 5 giocato con una partita d’addio.

Una leggenda che di nome fa Andrea e di cognome Rubei. Insomma: il più grande giocatore italiano di sempre. Dopo 30 anni – l’ex tra gli altri di Isola, Capitolina Marconi e Lodigiani – ha deciso di appendere le scarpe al chiodo. C’erano tutti, ma proprio tutti al Pala To Live di Roma dove si è svolta la partita d’addio di Rubei, il quale ha anche presentato il suo ultimo libro dal titolo “Io, Rubei, il Futsal”, acquistabile inviando una mail all’indirizzo segretaria@divisionecalcioa5.it. All’ingresso in campo i giocatori sono stati accompagnati dai bambini che, per l’occasione, hanno indossato le maglie delle squadre nelle quali ha militato Rubei, accolto da un lungo e scrosciante applauso dalle tante persone presenti.

Il principale protagonista ha indossato le maglie di entrambe le squadre, in una serata di sport e puro divertimento. Quando il tabellone segnava 10 secondi dalla fine, poi, è stata fatta suonare la sirena in suo onore e del numero di maglia. Maglia che, dal 22 giugno, per come ha dichiarato il presidente della Divisione Calcio a 5, Andrea Montemurro, sarà esposta all’interno del museo della Figc. Ed era il minimo che si potesse fare per chi, come Andrea, ha segnato la storia del futsal italiano.

SQUADRA BIANCA-SQUADRA GIALLA 4-11

SQUADRA BIANCA: Carletti, Fratini, Milani, Lorente, Ranieri, Pozzi, Quattrini, Bearzi, Rubei, Caleca, Famà, Rinaldi. All. Velasco-G. Angelini.

SQUADRA GIALLA: Maresca, Barra, Musti, Ippoliti, Matranga, I. Roma, Bacaro, M. Angelini, G. Roma, Rubei, Faiola. All. Gialli-Ceteroni.

ARBITRI: Daniele Intoppa (Roma 2), Luca Di Stefano (Albano Laziale) CRONO: Angelo Bottini (Roma 1).

(Photo: Cassella/Divisione Calcio a 5)

[wp_bannerize_pro categories=”scarpini-728×90″]

News Serie A
About Alessandro De Padova
Aspirante giornalista, nel corso degli anni ha collaborato con diverse testate sportive nazionali. Tra i fondatori del quotidiano d'informazione online "Il Vizzaro", è appassionato di Futsal per il quale ha ricoperto il ruolo di addetto stampa in diverse società, dalla D alla B