News

21 Giugno 2017

Luparense, il dg Franceschini: ‘Sesto Scudetto motivo di grande orgoglio’

Grazie al successo in gara4 nella finale contro il Pescara, la Luparense si è laureata campione d’Italia per la sesta volta nella sua storia.

Un risultato sicuramente importante per la società presieduta da Stefano Zarattini che, con questo tricolore, porta a casa il 14esimo titolo della storia del club con più trofei in bacheca.

A quasi una settimana dal trionfo di Ancona, abbiamo intervistato il direttore generale della Luparense, Andrea Franceschini.

Andrea, cosa si prova ad essere campioni d’Italia per la sesta volta nella storia della Luparense?

È un motivo di grande orgoglio non solo per noi come società, ma anche per lo staff, gli sponsor e i nostri tifosi. Il fatto di arrivare sul tetto d’Italia rappresenta un risultato importante che premia gli sforzi fatti durante questa stagione.

Quella contro il Pescara è stata una serie di finali caratterizzata anche da qualche momento di tensione, specie in gara1. Quanto, purtroppo, visto nei vari filmati, a prescindere dalle responsabilità, non fa altro che rovinare uno sport straordinario come il futsal…

Sono episodi da condannare, che non hanno nulla a che vedere con il futsal e lo sport nella sua completezza. Certo, un po’ di tensione, vista la posta in palio e l’importanza del match, ci stava, ma questi atteggiamenti non sono assolutamente da giustificare. Purtroppo ci sono stati toni sopra le righe e non bisogna fare così se si vuole far crescere seriamente questa disciplina e renderla appetibile agli sponsor e ai tifosi che, invece, andrebbero coinvolti di più in quella che rappresenta l’essenza e la bellezza del Calcio a 5.

Se dovesse fare una dedica particolare per questo Scudetto?

Sono tante le persone a cui dedicare il titolo, ma i primi che mi vengono in mente sono i ragazzi che sono scesi in campo, i componenti dello staff, la dirigenza, i tifosi e, considerato anche il mio percorso personale all’interno del club, ritengo che una dedica vada fatta anche a coloro i quali lavorano dietro le quinte e che, spesso, non hanno purtroppo la visibilità che meritano

Vi state già muovendo sul mercato in vista della prossima stagione?

È chiaro che bisognerà capire qual è il budget a disposizione, sul quale dovremmo in qualche modo adattarci per chiudere qualche movimento. L’obiettivo è quello di allestire una squadra competitiva, ma non dimentichiamoci del fatto che la concorrenza si fa sempre più agguerrita, perché c’è chi sta investendo già tanto in questo sport.

La Uefa Futsal Champions League sarà il vostro prossimo traguardo?

Siamo abituati a vivere ogni manifestazione nella maniera migliore possibile in termini di competitività. Con l’entrata in scena di due squadre spagnole, due russe e due portoghesi non sarà di certo facile. Le vere insidie, però, penso arrivino dalle squadre dell’Est che, pur non avendo grossissimi nomi in rosa, sono molto ambiziose. Dipenderà tutto dal primo turno, vedremo cosa succederà…

(Photo: Futsal Foto)

Interviste, News Serie A
About Alessandro De Padova
Aspirante giornalista, nel corso degli anni ha collaborato con diverse testate sportive nazionali. Tra i fondatori del quotidiano d'informazione online "Il Vizzaro", è appassionato di Futsal per il quale ha ricoperto il ruolo di addetto stampa in diverse società, dalla D alla B